MI CHIAMANO ‘FASCISTA’? ME NE FREGO!

Gianni Alemanno ha detto di non essere mai stato fascista. E non e’ un pesce d’aprile. Fossi Ciarrapico o Storace, mi incazzerei parecchio. Ma come, con tutta la fatica che fa uno per riprendersi il potere, quando ci arrivi fai finta di niente? Spero che almeno la Santanche’ gli dia del traditore, senno’ qua non ci si puo’ piu’ appellare a niente. Alemanno non e’ mica stato arrestato piu’ volte da giovane per aver calpestato le aiuole in un parco. Ne’ ha fatto carriera politica col Movimento delle Orsoline. E’ questa la sua riconoscenza? Vabe’ che ha detto che Mussolini ha modernizzato l’Italia, ma Mussolini non ha mica fondato il regime per bonificare una palude, no? Penso a quelli che l’hanno sostenuto col proprio voto, poverini. Non potranno neanche lamentarsi dei loro rappresentanti di partito, quella e’ una cosa di sinistra. Brava gente di estrema destra, bisogna iniziare a preoccuparsi! Che razza di paese abbiamo creato, non ci si puo’ piu’ fidare neanche del cameratismo. Non ho granche’ altro da dire su questa faccenda, mi sembra si commenti da sola. E del resto, la satira non e’ mica una missione speciale, e’ solo cio’ che accade unendo i cromosomi di un comico con quelli di un rompicoglioni.