Futuro ai Giovani

Ieri sono andato a prendere mio nipote, 5 anni, all’asilo. I suoi compagni, seduti a terra in cerchio, facevano umorismo sulle ultime dichiarazioni di Berlusconi, grasse risate e lauti ammiccamenti. Le madri intorno esaltavano le grandi qualita’ smacchiatorie della Palla Linda. Mio nipote invece se ne stava in disparte, col suo piccolo computer giocattolo puntualmente hackerato dallo zio, collegato al sito di Paolo Barnard. Mi sono avvicinato, lui istintivamente ha premuto ALT+TAB ed e’ passato al sito dei Teletubbies, ma poi ha capito che non ero il padre e mi ha sorriso. “Alex, e’ rischioso fare cose intellettuali a scuola. Potrebbero scoprirti!” “Non c’e’ pericolo Zio, quando quella tipa ha visto il computer mi ha detto “OOOH, che bellooooo! Lo faresti un caffe’ anche alla maestra?”" “E tu che gli hai detto?” “Nghe’.” “Perfetto. Che ne pensi?” “E’ stupida, ma ha due tette stratosferiche. O parlavi di Barnard?” “…gia’ che ci sei dimmi anche di Barnard.” “C’e’ gente che non riesce a sopportare il peso del suo cervello. E’ interessante. E’ brillante e documentato. Ma il suo peso non fa che invecchiarlo. E’ cosi’ triste.” “Ma non puoi pretendere che gli intellettuali siano divertenti” “Senti zio, io sono figlio della tv, se vuoi comunicare con me, o mi fai ridere o me lo fai drizzare” “Pensavo fossi figlio di Internet, dove ognuno…” ” “…Dove ognuno puo’ trovare cio’ che vuole”, vero?” “Gia’” “Si’, ma a me chi me l’ha insegnato cosa voglio?” “…sei un vero figlio di puttana!” “Non dimenticare che e’ tua sorella” “Non dimenticare che e’ tua madre” “Zio, questo dialogo potrebbe essere classificato come ‘sick comedy’?” “Probabilmente si’. Adesso andiamo dai, tua nonna ti sta aspettando a casa, ha preparato polpette” “Wow! Io adoro le polpette della nonna! Un giorno le faro’ assaggiare a Beatrice” “La biondina?” “Si’, e’ la figlia di un deputato. Sai che stanno facendo una legge che proibisce l’anonimato sulla rete? Per il tuo blog “Ricette e Gangbangs” sara’ un bel casino. Peccato…so che la direttrice dell’asilo lo legge sempre” “Perche’ te la fai con la figlia di un deputato?” “Ehi, sa certi trucchetti…” “E’ una scusa idiota, dimmi le cose come stanno!” “Beh, zio, tu mi fai ridere parecchio, ma quanto puoi durare prima di diventare un barbone alcolizzato?” “Piccolo Bastardo!” “Ehi, io ho solo un debole per la roba costosa, lo sai!” “…andiamo nanerottolo, senno’ tua nonna si incazza” “E tanto che fa? mi scomunica?” “No, ti infila un mattarello nel culo, ieri le ho regalato un libro sull’Inquisizione”.