Belli dentro, intelligenti fuori. Plìn Plìn

Dall’ultima puntata di Annozero ho appreso che Ghedini è uno di quei tipi che ce l’ha coi comunisti perché quand’era bambino lo zio partigiano gli ha ucciso la tartarughina soffocandola involontariamente con una scoreggia di misto polenta-broccoli-lambrusco.

Un’immagine, tra l’altro, per cui spendo volentieri i soldi del canone.

Il resto della puntata non è stata granché…in fondo si sapeva che Borsellino fosse a conoscenza della trattativa tra Stato e mafia, lo disse chiaramente, quella volta in cui saltò per aria.

Tutta la faccenda LodoAlfano invece mi lascia un pò perplesso: non è necessario montare tutta una guerra istituzionale per fare una battuta su Rosy Bindi.

Certo, è strano che con tutta la gnocca di cui si circonda, Berlusconi riesca ad essere così nervoso; da l’idea di uno che è entrato in politica sotto ricatto della mafia per fuggire la galera.

E a proposito di nudi parlamentari, Mara Carfagna ha pubblicato il secondo libro.
A questo mondo qualsiasi forma di vita antropomorfa può pubblicare libri, come dimostrato ampiamente dalla fama di Moccia, ma non è la pubblicazione di un libro politicalsessuale che ci deve colpire,
dovremmo essere più preoccupati da un eventuale calendario filosoficalsexy di Umberto Eco.

Ciò che trovo scandaloso è che la Carfagna scriva due libri e le associazioni per la salvaguardia dei boschi non dicano una parola.

Comunque, la vera notizia della settimana è il Nobel per la Pace assegnato alle preghierine di Obama.
Il quale, per celebrare la Pace, fa bombardare la Luna.
Motivo? Vedere se c’è acqua.
Altrimenti impiantarci un McDonald potrebbe diventare troppo costoso.

Quasi dimenticavo: negli ultimi 10 giorni Irlanda e Polonia hanno firmato il Trattato di Lisbona.
Che cos’è il Trattato di Lisbona?
Beh, la rete è grande, andate a cercare;
io non posso dirvelo perché Landolfi mi ha detto che la satira non può informare.