Le bugie con le gambe lunghe di Eduardo al Teatro Quirino

(pubblicato su Fuorilemura.com il 22/11/2010)

Assistere alla prima. Di una commedia napoletana. Di Eduardo De Filippo. Messa in scena dal figlio Luca. Al teatro Quirino, tempio della prosa, a Roma.

Già questi soli elementi potrebbero mettere in piedi una sovrastruttura carica di aspettative, pregiudizi e timori che rischiano di turbare la serata.
Eppure, non per fortuna ma in questo caso senz’altro per merito, non appena la sala si rabbuia e il sipario si apre sulla scena, il Teatro di Eduardo parla, il pubblico rispettoso ascolta, gli attori irrompono energicamente con la loro storia nella tua, e il resto non ha più importanza.

Le bugie con le gambe lunghe è una straordinaria commedia del Maestro De Filippo, inserita nella Cantata dei giorni dispari, un esilarante intreccio di tradimenti, matrimoni, amori, miserie e virtù, accomunati dal verbo prorompente della menzogna.
Libero Incoronato, consulente di filatelia in miseria, che vive con la sorella Costanza, ricambia l’amore di Graziella, ex prostituta che vorrebbe rifarsi una vita con lui, ma rifiuta di sposarla per timore dell’opinione pubblica. La sorella di Libero prepara le sue nozze con il signor Perretti, anziano pedante ma facoltoso che abita nello stesso palazzo, fingendo una sincera devozione che nasconde la volontà di sistemarsi economicamente. Nel frattempo, il suo vicino di casa Benedetto, proprietario di due cinema di Grosseto, litiga con la moglie Olga per costringerla a seguirlo in Toscana, ma lei rifiuta rivelando poi al solo Libero di avere un amante a Napoli e di voler divorziare per ottenere gli alimenti.
La signora Olga scopre di essere incinta dell’amante e nel tentativo di rimediare e nascondere inizia un valzer di bugie paradossali che compromettono tutti i rapporti tra i personaggi, bugie così intrecciate da riuscire confondere la commedia della menzogna con la nuova realtà accettata, su cui ognuno ricomincerà a vivere, compreso Libero che si allineerà al gioco della falsità per annunciare pubblicamente il suo matrimonio con Graziella.

Continua il lavoro della compagnia di Luca De Filippo sul teatro di Eduardo, con risultati entusiasmanti e pregiatissimi. La messa in scena è molto piacevole e ben articolata in spazi e dinamica, rendendo fruibile uno spettacolo di durata rispettabile.
Gli attori, bravissimi nel saper interpretare le maschere di cui si fanno portatori, sono composti ed energici al tempo stesso, limpidi nella restituzione dei personaggi senza mai approfittare del successo, a volte scontato, che la recitazione napoletana facilmente riscuote. Luca De Filippo, accolto da un applauso al suo primo ingresso in scena, intenso e quantomai attraente sul palco, riempie il cuore degli appassionati del teatro di Eduardo, e a lui va riconosciuta la bravura unica di non sembrare mai la riproduzione del padre, nonostante l’evidente somiglianza, ma di essere soprattutto l’erede naturale della sua arte scenica. Eleganza, delicatezza mista a gusto per il divertimento e all’eloquenza delle taglienti battute del testo, sono elementi che in una manciata di minuti portano il pubblico in un tempo attuale seppur lontano, rarefatto e indefinibile, che ti mette a tuo agio senza forzature, e crea le sensazioni giuste per potersi emozionare, poter ridere e vivere, in quella storia, un pò della propria.

Le bugie con le gambe lunghe
di Eduardo De Filippo
Regia: Luca De Filippo
con: Luca De Filippo, Nicola Di Pinto, Anna Fiorelli, Fulvia Carotenuto, Carolina Rosi, Massimo De Matteo, Gioia Miale, Giuseppe Rispoli, Antonio D’Avino, Chiara De Crescenzo, Alessandra D’Ambrosio, Carmen Annibale

In scena dal 16 novembre al 5 dicembre; dal martedì al sabato ore 20:45, giovedì 18, mercoledì 24 novembre, mercoledì 1, sabato 4 dicembre e tutte le domeniche ore 16:45
Teatro Quirino
via delle Vergini, 7 – Roma