#TROLLODIO, CONSIGLI PER UN DIVERTIMENTO ATEO


Sono ateo. E fin qui, problemi miei.

Se voi credete in Dio, sono problemi vostri.
(Se invece credete in quello che dice la Chiesa, sono problemi di tutti.)

Quando mi trovo a discutere con un credente, si finisce sempre a parlare male della Chiesa, a confondere la fede col dogma, a parlare di rispetto e offesa, e non si finisce mai come si dovrebbe, cioè a schiaffi.


Quando invece mi trovo a parlare con un ateo, si finisce sempre a parlare male della Chiesa e a insistere su quanto si debba parlare sempre peggio della Chiesa.

Giusto. Ma dov'è la parte divertente?
Se ci fosse un bar per atei dove ordinare una birra atea e rimorchiare ragazze atee, non vorrei stare tutto il tempo ad ammosciarci gli ormoni parlando della Chiesa.
E quindi? Quale pretesto trovo per portarmela nella vasca da bagno?!

Ecco risolto il problema: grazie alla libertà dell'autoproduzione che nessun editore ti darà mai, è arrivata #TROLLODIO, rubrica tenuta da me medesimo sull'internet per aiutarci a divulgare consigli per divertirsi tra atei!

Oh, mi raccomando, per me è uno scambio di informazioni, se i suggerimenti vi sono utili, ricambiate!!